Telefono: +39 0172 478461

Vini da dessert

Vini da dessert

In stock

  • Gianni Gagliardo Villa M Cuvèe Dolce
  • Giulio Cocchi Asti Dolce DOCG
  • Giulio Cocchi Brachetto d'Acqui DOCG
  • Fratelli Rabino Moscato d'Asti DOCG
  • Mongioia Belb Moscato d'Asti DOCG

Moscato d’Asti
Il Moscato d’Asti e Asti spumante, pur facendo parte della medesima DOCG e derivando ambedue dall’uva Moscato bianco, sono due vini diversi: il primo non è uno spumante, secondo è, invece, uno spumante. Infatti il Moscato d’Asti, non subendo la presa di spuma, è caratterizzato talvolta da una lieve frizzantezza naturale oppure è tranquillo. Il disciplinare prevede entrambe le possibilità. Il Moscato bianco è un vitigno molto antico, orginario dal bacino orientale del Mediterraneo ls cui diffusione, probabilmente, è dovuta al gusto dolce quando appassiva. Giovan Battista Croce, milanese, può essere considerato, il fondatore della branca enologica piemontese che ha dato origine ai vini dolci, aromatici e poco alcolici tra i quali primeggia il Moscato d’Asti. Il moscato è sempre stata l’uva per il vino della festa e delle occasioni conviviali, adattandosi molto bene a fine pasto in abbinamento con i dolci. A questo vino si possono attibuire due aggettivi: limpidezza e brillantezza. Ha un colore paglierino più o meno intenso. Il suo odore è caratteristico e fragrante. Ha un sapore dolce, aromatico, caratteristico, talvolta vivace o frizzante.

Brachetto d’Acqui
Il vino a disciplinare DOCG Brachetto d’Acqui o Acqui, prodotto nell’Astigiano, si suddivide in tre diverse tipologie: il Brachetto d’Acqui o Acqui, un rosso di media intensità, il Brachetto d’Acqui o Acqui Spumante, uno spumante dolce e morbido, e il Brachetto d’Acqui o Acqui Passito. E’ un vino dal color rubino chiaro e dall’aroma stupendo nella sua eleganza e intensità: la rosa bulgara è la nota olfattiva distintiva, ben conosciuta da enologi e cantinieri, insieme con altri aromi del genere floreale. Il sapore è amabile e morbido, grazie al perfetto equilibrio tra zuccheri e acidità. Il Brachetto d'Acqui viene prodotto in questi comuni della Provincia di AstiVesime, Cessole, Loazzolo, Bubbio, Monastero Bormida, Rocchetta Palafea, Montabone, Fontanile, Mombaruzzo, Maranzana, Quaranti, Castel Boglione, Castel Rocchero, Sessame, Castelletto Molina, Calamandrana, Cassinasco, nonché Nizza Monferrato limitatamente alla parte di territorio situato sulla destra del torrente Belbo; e in questi comuni della Provincia di AlessandriaAcqui Terme, Terzo, Bistagno, Alice Bel Colle, Strevi, Ricaldone, Cassine, Visone.

Brachetto d’Acqui o Acqui Spumante
Ha una spuma fine, persistente. Il suo colore è rosso rubino di media  intensità e tendente al granato chiaro o rosato. Ha un odore di aroma muschiato molto delicato. Ha un sapore dolce, morbido, delicato, caratteristico.

Brachetto d’Acqui o Acqui Passito
Il suo colore è rosso rubino di media intensità talvolta tendente al granato. Ha un odore di aroma muschiato, molto delicato, caratteristico del vitigno Brachetto, talvolta con sentore di legno. Ha un sapore dolce, aroma muschiato, armonico, vellutato, talvolta con sentore di legno.



false
Questo sito usa i cookies. Continuando ad usare questo sito consenti che i cookies vengano utilizzati.
Leggi di piu